I paraurti dell’Aprilia

Fra le tante leggende metropolitane vi è quella che le Aprilia prima serie lusso montassero fin dall’origine un tipo di paraurti come quello qui raffigurato

03

Nulla di più errato.

La storia ricavabile:

a)- dai cataloghi parti di ricambio e dalla numerazione in essi contenuta,

b)- dalla presentazione dei vari modelli;

c)- da foto d’epoca

E’ la seguente

L’Aprilia nasce con paraurti che non sono raffigurati nel catalogo parti di ricambio del maggio 1937 ma che sono indicati come particolari 38-730 par. ant. e 38-732 par. post. (completi di attacchi)

Non sono indicate le guarnizioni in gomma

04

Il loro preciso disegno non si conosce se non per indizi.

Successivamente nella seconda edizione del catalogo dell’anno 1938 appare anche il disegno del paraurto anteriore e parziale di quello posteriore (sezione nella tavola indicata con la lettera A cerchiata. I numeri di riferimento cambiano in 38-730A completo di attacchi  e 38-732A completo di attacchi e 38-75200A (ant.) e 38-75220 (post.) senza attacchi

Sono indicate anche le guarnizioni in gomma

05

06

Nella presentazione della seconda serie e dal catalogo parti di ricambio dalla prima edizione (agosto 1939) alla terza edizione (luglio 42) risultano montati gli stessi paraurti contraddistinti sempre con la numerazione 38-75200A e 38-75220 senza sopporti e  38-730A e 38-732A con sopporti

07

08

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con la quarta edizione (sett. 1945) rimangono ferme le indicazioni anzidette

Con la quinta edizione (febb. 1947) rimangono ferme le numerazioni dei paraurti senza attacchi (cambia la numerazione con attacchi in quanto variati questi particolari)

Con il supplemento della quinta edizione (ottobre 1948) viene indicato che dalla vettura 438-14728 (si intende il numero di costruzione non di telaio) l’impianto elettrico è modificato a 12 volt.

Inoltre è indicato che dalla vett. 438-14880 sono montati i paraurti completi di sopporti 438-0730R e 438-0732R. (si noti cambia il prefisso da 38 a 438, in quanto il 38 fino alla quinta edizione significava la provenienza dalla prima serie, mentre il 438 indica un particolare della seconda serie)

Con la sesta edizione del catalogo (febbraio 1949) è indicato che fino alla vettura 438-14879 sono montati stati montati i due paraurti sopra descritti con lo stesso numero di particolare che dalla e vettura 438-14880 sono montati i paraurti part. 238-0935/1R (ant) e 238-0935/2R (post), completi di attacchi e per cui risulta che 52 vetture 12 volt dal n. di costruzione 14728 al numero di costruzione 14880 hanno avuto montato il vecchio paraurti.

Nell’uso comune si venne però a distinguere i due tipi di paraurti come Aprilia 6 volt e Aprilia 12 volt.

Nei cataloghi parti ricambio dei fornitori esterni rimane questa distinzione (catalogo Rejna 1953)

09

Come si vede oltre a quelli di serie i costruttori di accessori fornivano per la prima serie paraurti anziché di alluminio (anticorodal) di acciao cromato e per la seconda serie sia di acciao che di ottone cromato.

rev. 5/2014

LMF

Categories: Notizie

.